Blog



11Marzo

Herpes labiale: perché viene e come si riconosce e si cura

Herpes labiale: perché viene e come si riconosce e si cura

L’herpes labiale cos’è? Questa è solo la prima di una lunga serie di domande che si pongono le tante persone che soffrono di febbre delle labbra.

Indubbiamente è qualcosa di fastidioso e antiestetico che cerchiamo di camuffare, ma capirne la natura e le sue cause è fondamentale.

 

Herpes labiale: cause

All’origine dell'herpes labiale c’è l’infezione scatenata dal virus Herpes simplex di tipo 1 (HSV-1) o, più raramente, di tipo 2 (HSV-2). Entrambi appartengono alla famiglia degli herpes virus, contagiano solo l'uomo e si trasmettono, da persona a persona, attraverso un contatto.

Generalmente, la primissima infezione si contrae durante l'infanzia e può essere asintomatica. In questi casi, il sistema immunitario risponde, ma il virus continua ad albergare in noi per tutta la vita. Rimane inattivo ed entra in una fase silente creando un vero e proprio equilibrio perfetto con le nostre difese immunitarie.

Questo finché non arrivano febbre, stress psicofisico, ciclo mestruale, interventi chirurgici, infezioni, terapie immunosoppressive, esposizione ai raggi ultravioletti e/o al freddo ad alterare le difese immunitarie creando così condizioni favorevoli alla riproduzione del virus con insorgenza di una recidiva.

 

Come riconoscere l’herpes labiale?

L’herpes labiale si riconosce per i seguenti sintomi.

  • Vescicole rosse contenenti liquido giallo traslucido riunite in grappoli e disposte lungo il bordo esterno del labbro
  • Dolore e bruciore nell’area delle vescicole
  • Prurito e temporanea perdita della sensibilità al tatto

Le bollicine scoppiano, si formano delle crosticine che da umide diventano secche e, dopo alcuni giorni, le croste cadono lasciando la pelle guarita.

Dopo aver dipinto questo quadro idilliaco, è spontaneo chiedersi ma l’herpes labiale quanto dura?

Diciamo che per la guarigione completa bisogna attendere fino a circa 15 giorni perché la febbre delle labbra affronta 5 diverse fasi.

 

Le fasi dell’herpes labiale

Vediamo, in breve, quali sono le fasi della malattia.

  • Fase 1 prodromica: il virus inizia a replicarsi solitamente sul labbro inferiore o superiore causando sgradevoli sensazioni localizzate di tensione, formicolio e pulsazione. Subentrano poi un senso di pizzicore o bruciore, calore e dolore. Il tutto è destinato a durare circa 2 giorni. Tuttavia, se la malattia è alla sua prima comparsa di recidiva, possono anche sopraggiungere febbre, gonfiore dei linfonodi e malessere generale.

  • Fase 2: compaiono piccole macchie rosse che si ingrandiscono riempiendosi di liquido fino a formare delle vescicole disposte a grappolo. Durante questa fase che può durare da 2 a 3 giorni, il picco di contagiosità aumenta.

  • Fase 3 ulcerosa: è la più dolorosa perché le pustole scoppiano, esponendo la pelle infiammata sottostante, e rilasciano il liquido estremamente infettivo. Si forma un’unica grande lesione di colore rosso a causa della quale si fa anche fatica a bere, lavarsi i denti e mangiare.

  • Fase 4: inizia la guarigione perchè si forma una sottile pellicola, destinata a indurirsi, sopra l’ulcera scoperta, mentre la pelle sottostante incomincia a ricrearsi. Questo stadio di solito è il più lungo, il meno contagioso e dura da 3 a 4 giorni.

  • Fase 5: la recidiva si conclude con la caduta della crosta che di solito non lascia cicatrici sulla pelle.

 

 

Come si cura l’herpes labiale

Diciamo subito che non esistono farmaci che consentono di debellare completamente il virus, responsabile della febbre delle labbra, dal nostro corpo.

Detto ciò, cosa si può mettere su l’herpes labiale? Previo consulto medico, si possono usare farmaci antivirali specifici e disponibili, di solito, sotto forma di creme. Il decorso della malattia non cambia certamente molto, ma l’uso di pomate aiuta ad attenuare bruciore e dolore.

Per l’herpes labiale esistono anche rimedi come semi di pompelmo e propoli, ma per un’azione più efficace via libera a Blistex MedPlus in Vasetto con mentolo e canfora per aiutare la pelle a rigenerarsi.

Un’altra ottima alternativa è Blistex Pomata Trattamento Labbra con la sua formulazione unica a base di Lanolina, Burro di Karitè e Olio di oliva arricchita con Canfora e Timolo. Il burro di karitè possiede proprietà emollienti e protettive, mentre la Lanolina aiuta a prevenire recidive perché spesso è sufficiente una piccola screpolatura o un minuscolo taglietto a scatenare l’herpes labiale.  

 

Come prevenire l’herpes labiale

Per prevenire l’herpes labiale, bisogna mantenere alte le difese dell’organismo concentrandosi su:

  • alimentazione sana ed equilibrata ricca di Omega 3, vitamine e sali minerali
  • attività fisica
  • riposo notturno di almeno 6 ore
  • abolizione del fumo
  • eliminazione delle fonti di stress.

Ricordiamoci poi che sole ed herpes labiale non vanno d’accordo e, dunque, facciamo attenzione a non esporci alle radiazioni solari senza adeguata protezione sulle labbra.

 

Conclusioni

L’herpes labiale è una malattia infettiva e contagiosa. Se ti stai domandando quando l’herpes labiale non è più contagioso, sappi che dovrai attendere 1-2 giorni. Passato questo periodo, porta pazienza perché la febbre delle labbra guarisce in circa due settimane. In questo frangente, l’herpes labiale può essere trattato con pomata, rimedi naturali, Blistex MedPlus in Vasetto e Blistex Pomata Trattamento Labbra.